Foto: © Oofzos

Gwyn Wurst

(FRA) · Music

Tastierista soprannaturale e virtuoso extraterrestre, è una vera anomalia iconoclasta, un errore di casting Marvel bocciato al test “superpotere improprio e malvagio”.
Con le sue due tastiere e le falangi di un Colosso, irrita una makina sfumata di assenzio, sputa sul soffitto i peggiori fuochi della pista da ballo di Otto Von Shirach e Venetian Snares; improvvisa senza preoccuparsi delle ricadute ecologiche una techno orientale saturata che lascia Omar Souleyman ai vermi della sabbia di Dune; componendo senza preavviso la colonna sonora del remake di “Who Wants to Kill Roger Rabbit? “.
Una danza del sole unica e devastata, un balletto hardtek satanico, un’esperienza rara, indispensabile e commovente che separerà definitivamente la tua cartilagine dalla tua carne.